Home >> Autori >> Nicola Del Duce

Nicola Del Duce

L’Europa in crisi tra dazi e populismi

Non è un mistero che per molti operatori economici ma anche per numerosi attori politici il futuro dell’Europa sia avvolto in una nube imperscrutabile. E martedì 19 giugno, e non sarà certo l’ultima volta, si è assistito a due esempi di questo stato di incertezza in cui è piombato il vecchio continente.

Bce: Verso la fine del Qe

La Banca centrale europea ha indicato ieri la tabella di marcia verso la fine del Quantitative easing dopo "un'attenta valutazione dei progressi fatti" la cui conclusione è che l'aggiustamento dell'inflazione verso l'obiettivo è "sostanziale".

Istat: “Misure del Benessere equo e solidale dei territori”, aumenta il divario tra Nord e Sud

Il divario tra Nord e Sud si amplia ancora. Lo rende noto l’Istat, pubblicando “Misure del benessere equo e sostenibile dei territori”. "Al Nord – si legge nella nota per la Stampa -, nel 2016 il reddito medio di un lavoratore dipendente è stato di circa 24.400 euro contro i 16.100 euro di un lavoratore del Mezzogiorno", con "una differenza di oltre 8mila euro annui".

L'Italia rallenta.

I dati dell’IstaT sulla produzione industriale pubblicati lunedì 11 giugno portano il segno meno su base trimestrale. Più esattamente -1,2 per cento rispetto a marzo 2018. Nel comunicato stampa diffuso si legge che, “l’indice destagionalizzato mensile mostra una crescita congiunturale solo nel comparto dei beni strumentali +0,7 per cento; diminuiscono invece tutti gli altri raggruppamenti: energia -4,8% per cento, beni di consumo -1,3 per cento e beni intermedi -1,1 per cento”.

Economia: Ciocca, “Il nuovo governo è la vera incognita”

Pierluigi Ciocca, per 40 anni in Banca d’Italia, spiega che più dello spread conta il tasso di interesse sul debito pubblico e che il nostro rapporto deficit Pil non è poi così drammatico come testimoniano i dati del Fondo monetario internazionale. Proseguendo su quanto fatto finora si potrebbe ridurre progressivamente il debito.  Ma per ottenere risultati positivi occorrerebbero buoni investimenti pubblici e una seria lotta all’evasione. Ora però c’è l’incognita del nuovo governo.

Cambridge Analytica: Zuckerberg di fronte a Senato e Congresso, "Servono regole"

Il 17 marzo 2018 grazie al New York Times e a The Observer, ha ufficialmente preso il via lo scandalo “Cambridge Analytica”, la società di comunicazione politica che avrebbe rubato 87 milioni di profili di utenti Facebook allo scopo di produrre campagne mirate per partiti o cause conservatrici. I vertici di CA sono anche stati registrati da telecamere nascoste mentre cercavano di vendere a finti clienti tecniche di distruzione dell’immagine pubblica di avversari politici attraverso l’uso di prostitute e corruzione.

I dati di Istat e Banca d'Italia su economia e redditi

Le performances dell’economia italiana restano legate all’andamento del ciclo internazionale, grazie al costante aumento degli Stati Uniti e dell’area Euro. E’ quanto emerge nella nota trimestrale diffusa dall’Istat nei giorni scorsi.

Relazione di Giuseppe Provenzano a "Sinistra anno zero"

Pubblichiamo qui la relazione di Giuseppe Provenzano, membro della direzione del Partito democratico, al convegno 'Sinistra Anno Zero', svolto sabato 7 aprile presso il Centro congressi Cavour nella 'Sala Aventino'. Al convegno sono interventui tra gli altri, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, Alfredo D'Attorre, il ministro Andrea Orlando e il reggente del Partito Democratico Maurizio Martina. Un appuntamento a cui ha partecipato anche il Presidente di Nens Vincenzo Visco.

 

Presentato il Programma Economico di Liberi e Uguali.

Si è svolta giovedì 15 febbraio la conferenza stampa di presentazione del programma economico di Liberi e Uguali all’interno del comitato elettorale di via Arenula. Dal rilancio degli investimenti per tornare ad una crescita sui ritmi europei, alla riforma dell’Irpef a tutto vantaggio delle famiglie di reddito medio basso, passando per l’imposta per l’equità. Sono solo alcuni dei punti forti messi nero su bianca dagli animatori e candidati di LeU. Alla conferenza stampa hanno partecipato Maria Cecilia Guerra, Pier Luigi Bersani, il Prof.

Istat certifica l'aumento dei lavori precari

I dati diffusi dall’Istat sul tasso di occupazione e disoccupazione mostrano ancora una volta una crescita dei contratti a tempo determinato. Aumenta la disoccupazione, su base mensile, salvando soltanto la fascia di età relativa agli ultracinquantenni; mentre su base trimestrale se da una parte diminuisce il tasso di disoccupazione dall’altro aumenta il numero degli occupati.

Pagine